I giochi d’azzardo online ed i totem

Oltre alla presenza di operatori di gioco non autorizzati, che illecitamente effettuano giochi online presso agenzie collegate a società sprovviste dei titoli concessori, su tutto il territorio nazionale sta assumendo sempre maggior rilievo un’ulteriore forma di illegalità che viene attuata attraverso i cosiddetti Totem. La commercializzazione e la diffusione di tali tipologie di apparecchi terminali, collegati ad “internet” o funzionanti tramite “intranet”, grazie a collegamenti che consentono la navigazione a circuito chiuso collocati presso esercizi pubblici o circoli privati ed utilizzati per l’effettuazione di giochi online, attraverso la connessione a siti illegali è in realtà in crescente aumento e questo non può che allarmare sia l’Agenzia dei Monopoli che tutti gli operatori del mondo del gioco lecito.

Queste attività illegali vengono generalmente nascoste e camuffate per consentirne la riconduzione nell’ambito di altre fattispecie delle quali, artatamente, vengono richiamate le relative disposizioni che, non concernendo i giochi pubblici con vincita in danaro, presentano finalità, vincoli e controlli be diversi da quelli invece previsti e richiesti dai giochi.

I Totem hanno una struttura di schermo “touch-screen”, tastiera di comando anche virtuale e dispositivi vari idonei a consentire la lettura elettronica del documento di identità, l’inserimento della “smart card” che abilita al gioco sull’apparecchiatura e l’introduzione di banconote per ricaricare la “smart card” usata. Questi apparecchi sono chiaramente in contrasto con le norme che regolano la materia del gioco e, in quanto tali, non sono ammissibili sul nostro territorio nazionale e di conseguenza sono tenuti d’occhio sia dai funzionari dei Monopoli di Stato sia dalle Forze dell’Ordine.